Studio d’arte SanVitale41 accoglie nei suoi spazi i lavori di due giovani pittori romagnoli Margherita Tedaldi e Fabrizio Pavolucci.
Entrambi, con il proprio percorso espressivo, approfondiscono la pittura figurativa.
Come tanti altri del nostro territorio, i due artisti rielaborano in chiave contemporanea ‘lezione’ figurativa di Varoli e degli altri maestri romagnoli.
FABRIZIO PAVOLUCCI
MARGHERITA TEDALDI 
Di grande impatto visio, le sue opere mostrano una spiccata personalità, capace di produrre imagini emozionanti.
Protagonisti prediletti dei dipinti sono amici e parenti, rappresentati soventi in primi piani che esaltano i lineamenti del viso fin quasi alla caricatura, oppure visti attraverso specchi deformanti che alterano la prospettiva e mostrano un aspetto inedito di soggetto.
La tecnica più usata è sanz’altro l’olio, ma non è tuttavia da trascurare la produzione incisoria e grafica.
Una pittura graffiante che trasgredisce la consueta figurazione ed è capace di raccontare l’anima con grinta e ironia.

Alessandro Carli
Pur sperimentando molteplici tecniche, il mio principale interesse è rivolto ala pittura ad olio. Negli ultimi anni mi sono dedicata in particolare allo studio della figura umana: tento di compiere una analisi del soggetto dal punto di vista anatomico ma anche secondo una dimensione più profonda. Ho elaborato una pitturarealistica, un linguaggio attento alla descrizione oggettiva, che va alla ricera del particolare, studio gli sguardi, gli infiniti movimenti della pelle. Ma al tempo stesso vuole indagare la psicologia del modello, ne studia l’espressione, coglie un sottile stato di malinconia, tristezza, disagio.
Sono ritratti di persone conosciute, amici e parenti, colti in pose spontaneee, guardano pensano, non sono mai in azione. Gli ultimi lavori sono ritratti, autoritratti, nudi.  GUARDA IL VIDEO